A.P.S. ESTROTEATRO

SCUOLA DI TEATRO E CINEMA
Via Venezia 1, 38122

P. IVA e C.F: 02308240221

Segreteria Scuola 

segreteria@estroteatro.it0461 235331

Direttore Artistico

Mirko Corradini

mirko@estroteatro.it 

Amministrazione 

Cristian Corradini

amministrazione@estroteatro.it 

  • Estro Teatro
  • Estro_Teatro

Radiodramma - Liv.2

IL CORSO

Il laboratorio è pensato come un percorso di dieci incontri rivolto ad attori, senza limiti di età, che abbiano già maturato un’esperienza nel campo della radiofonia o che abbiano partecipato al Laboratorio di livello Base. Il  laboratorio consiste nella realizzazione di un radiodramma articolato, curandone ogni aspetto: dall’interpretazione alla sonorizzazione. Al termine del corso gli allievi avranno acquisito dunque tutti gli strumenti necessari alla realizzazione del racconto radiofonico.

Il corso gode della collaborazione con la radio universitaria SanbaRadio presso la quale i partecipanti potranno registrare un vero radiodramma.

Cadenza e durata incontri

Una volta alla settimana per 2 ore

Giornata e orari

Martedì, Orario: 20.00- 22.00

Costo totale del corso

250,00 € + 20,00 € quota associativa 

per allievi Estro: 200,00€

Giorno inizio corso

Martedì 9 gennaio 2019

DOCENTI DEL CORSO

Giulio.jpg

GIULIO FEDERICO JANNI

Il radiodramma è un testo di tipo teatrale scritto espressamente per la radio.
Senza elementi visivi, il radiodramma dipende dai dialoghi, dalla musica e dagli effetti sonori che aiutano l’ascoltatore a seguire la storia.  Anche se può sembrare una banale distinzione, nell'intricata classificazione delle opere radiofoniche è bene distinguere dal radiodramma anche il quasi identico Teatro radiofonico (testi letti e interpretati come in teatro, come su un palco e privi di importanti effetti audio),il Teatro in radio (spettacoli teatrali registrati e trasmessi dal mezzo radiofonico), il Radioteatro e il recente Radiofilm (vedi le opere di Diego Cugia). 
Negli Stati Uniti, dove il servizio di regolare programmazione radiofonica ebbe origine lontana (2 novembre 1920), i radiodrammi acquisirono vasta notorietà popolare e negli anni ’40 divennero gli spettacoli di intrattenimento più seguiti. Con l’avvento della televisione i radiodrammi persero gran parte della loro popolarità e in alcuni Paesi non hanno più riconquistato il pubblico delle origini.

IN COLLABORAZIONE CON